Educazione alimentare e lotta agli sprechi
Protezione dei consumatori
Tutela del Made in Italy

Decreto etichetta riso è la risposta alle distorsioni sul mercato europeo

14 Aprile 2017
L’annunciato decreto del Governo sull’etichetta d’origine del riso è la risposta alle distorsioni sul mercato europeo delle importazioni dai Paesi asiatici, in particolare Cambogia e Birmania. Gli eurodeputati hanno adottato negli ultimi anni diverse risoluzioni sull’etichettatura del Paese di origine al fine di garantire una migliore informazione per i consumatori europei. La risoluzione approvata a Strasburgo durante la sessione plenaria di Maggio 2016 ha ribadito l’orientamento del Parlamento Europeo a favore delle indicazioni obbligatorie di origine o del luogo di provenienza degli alimenti.  Nessuno mette in discussione la necessità di aiutare i Paesi più poveri ma la pressione sul mercato provocata dall’importazione a dazio zero di quantitativi sempre maggiori non può essere tollerato all’infinito dalla filiera produttiva. Se la clausola di salvaguardia è una strada impraticabile con i paesi EBA, la Commissione ha il dovere di trovare una soluzione, perché i nostri produttori continuano a soffrire e il rischio è quello di dover subire gli impatti economici, sociali e ambientali di una drastica riduzione della nostra produzione.
Decreto etichetta riso è la risposta alle distorsioni sul mercato europeo ultima modifica: 2017-04-14T08:48:10+02:00 da redazione