Protezione dei consumatori
Sostegno alle imprese agricole

Fine del tunnel per le pratiche commerciali sleali nell’agroalimentare

23 Gennaio 2019

Fine del tunnel per la direttiva europea contro le pratiche commerciali sleali nella catena alimentare a danno di agricoltori, produttori e consumatori europei.
Con il voto a grandissima maggioranza espresso oggi dalla Commissione agricoltura del Parlamento europeo, 38 voti a favore, 4 contrari e 2 astenuti, attendiamo solo l’imprimatur dell’Assemblea Plenaria nella sessione dell’11 marzo a Strasburgo per dare il via libera ufficiale al testo.
L’iter decisionale si conclude in tempi da record e ora mi auguro che l’Italia possa recepire il provvedimento entro il 2019. Del resto, sono fiducioso che questo avvenga in quanto già il progetto di direttiva Ue aveva ottenuto un’opinione favorevole all’unanimità da parte della Camera dei deputati.
E’ più che mai importante che la nuova direttiva Ue venga applicata al più presto a livello nazionale per garantire protezione e norme comuni a tutti i produttori europei che saranno in grado di difendersi dallo strapotere della grande distribuzione. Ora il 100% degli agricoltori e il 99% delle aziende europee saranno tutelate da almeno 16 pratiche inique e inaccettabili.
Pratiche che vanno dalla cancellazione last minute degli ordini ai ritardi nei pagamenti, dalle modifiche unilaterali dei contratti ai mancati pagamenti ai fornitori per la merce invenduta da parte delle grandi centrali di acquisto.
Senza dimenticare che l’applicazione rapida delle nuove regole è importante anche in vista delle ‘turbolenze commerciali’ che potrebbero prodursi in caso di un mancato accordo sulla Brexit tra Bruxelles e Londra.

Fine del tunnel per le pratiche commerciali sleali nell’agroalimentare ultima modifica: 2019-01-23T17:26:24+00:00 da redazione
DALL'OMNIBUS ALLA RIFORMA DI MEDIO TERMINE DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE

DALL'OMNIBUS ALLA RIFORMA DI MEDIO TERMINE DELLA POLITICA AGRICOLA COMUNE

Cosa cambia per l'agricoltura italiana