Unesco: De Castro, Europa da sempre dalla parte del Prosecco Con fondi promozione e regole su qualità

17 Luglio 2019

“L’Europa è sempre stata e sarà sempre dalla parte delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, dei suoi agricoltori e del suo Consorzio con cui da anni abbiamo lavorato affinché diventassero Patrimonio dell’Umanità”. Così Paolo De Castro, presidente pro-tempore della commissione agricoltura del Parlamento europeo, ricordando che, nella veste di ministro dell’agricoltura, aveva avviato la procedura per il riconoscimento della denominazione di origine controllata garantita (DOCG) per il Prosecco.
Per De Castro, “quello di oggi è un giusto riconoscimento per un territorio unico, ricco di tradizioni e di eccellenze, che l’Europa ha potuto sostenere con finanziamenti per la promozione e con regole specifiche a sostegno della qualità e delle eccellenze agroalimentari qui prodotte”. “Se aggiungiamo le nuove normative che rafforzano le prerogative contrattuali dei nostri agricoltori, viticoltori e produttori, che come Parlamento europeo abbiamo voluto con forza – conclude De Castro – le Colline e i territori del Prosecco hanno tutte carte in regole per continuare ad essere veri ambasciatori dell’Italia nel mondo”.

Unesco: De Castro, Europa da sempre dalla parte del Prosecco Con fondi promozione e regole su qualità ultima modifica: 2019-07-17T13:07:16+01:00 da redazione